• Quanto è possibile ricostruire di un uomo?
  • Quanto l’uomo ricostruito è uguale a quello originale?
  • E quanto il nuovo uomo è diverso da quello che era?

Sono queste le domande che stanno alla base di questo romanzo.

Roberto Ferrero ha subito un terribile incidente: ha subito ustioni terribili su tutto il corpo, ed è andato vicinissimo alla morte.
Solo la tecnologia medica più avanzata è riuscita a prenderlo per i capelli e a restituirlo ai suoi cari.

Il suo corpo è stato ricostruito in base alle conoscenze, alle foto, ai video che i suoi amici e i suoi familiari hanno messo a disposizione.

La memoria se n’è andata nell’incidente, perché Roberto non ricorda nulla. Ma anche a questo si può rimediare: Rosanna, la sua devotissima moglie, lo cura in tutti i modi possibili e cerca di aiutarlo a ricordare la loro bellissima vita.

Ma siamo sicuri che il nuovo signor Ferrero è identico, o almeno ragionevolmente uguale al vecchio signor Ferrero?

Qualcuno non è molto convinto e per questo pagherà con la vita.

Anche il commissario Polloni ha un problema legato a questa storia ai confini della fantascienza medica: da quando quest’uomo ha subito l’incidente una lunga scia di rapine nelle oreficerie di mezzo Piemonte si è interrotta. E il ritrovamento della calotta di una parrucca nella carcassa della sua macchina porta a pensare che ci sia qualche coinvolgimento.

Ma non ricorda nulla. Questa è la sua versione dei fatti, ovviamente…

Come si può indagare su qualcuno che non ricorda nulla? Siamo davvero sicuri che sia coinvolto e non sia solo l’ennesima vittima?

Questo romanzo vi porterà a dubitare di molte persone, ma la verità che vi verrà svelata sarà molto più complicata di quello che potreste pensare.
Perchè non è solo importante il cosa è successo, ma è anche fondamentale il perché e il come.

C’è una sfida: scoprite la verità prima di polloni, se ci riuscite…